Categoria: News

L’opinione dei professionisti illumina la via

 

MATTEO ZANOTTI RUSSO HA DATO VITA AD ANGEL CONSULTING NEL 2000

L’azienda di consulenza mette a disposizione esperti in discipline scientifiche, per guidare le imprese operanti nel settore cosmetico e sanitario

In primavera molte aziende hanno dovuto fare i conti con una riconversione della produzione. Operazione piena di insidie, se non si è seguiti da qualcuno con esperienza, in quanto la realizzazione di presidi medico-chirurgici e di dispositivi sanitari è regolata da una normativa rigida, per garantire la massima sicurezza. È stato un periodo intenso per Angel Consulting, agenzia di consulenza specializzata in ambito cosmetico e sanitario.

IL CONCEPT
La realtà è nata nel 2000: è stato Matteo Zanotti Russo a darle vita, con l’intenzione di creare una società strutturata, che fosse in grado di affiancare le aziende clienti garantendo la massima specializzazione scientifica, nonché un supporto che le accompagnasse “tenendole per mano” nell’intricato sistema regolatorio del settore medicale. Il professionista è laureato in chimica industriale, e ha voluto realizzare un team composto da specialisti in varie branche della scienza: biologia, tecnologie farmaceutiche, giurisprudenza. È riuscito a riunire intorno a sé dodici collaboratori esperti, provenienti da background differenti tra loro. Questo fattore permette ad Angel Consulting di offrire un servizio di consulenza a 360 gradi ed estremamente strutturato, nel quale nulla è lasciato al caso.

IL TEAM
I professionisti instaurano un rapporto diretto con i clienti, offrendo la loro esperienza, acquisita non solo sui banchi universitari: partecipano attivamente a progetti europei di rilievo e sono docenti in prestigiosi istituti italiani. Angel Consulting, proprio grazie alla sua struttura organizzata, a un team efficiente, e alla sua capacità di seguire attentamente il cliente, è una realtà importante non solo in ambito nazionale. La società affianca oltre 200 aziende in tutto il mondo e collabora con associazioni di categoria, garantendo la massima competenza.

Il gruppo collabora con centri di ricerca e associazioni di categoria?

L’IMPEGNO
Con la sua nuova concezione di supporto alle imprese, Angel Consulting è riuscita a dare il massimo anche durante l’emergenza Covid. Matteo Zanotti Russo, raccontando di quest’ultimo periodo, restituisce uno spaccato della realtà che ha visto protagoniste molte delle aziende del settore cosmetico e sanitario. Alcune hanno richiesto un supporto per ottenere tutte le certificazioni necessarie a convertire la propria produzione; altre si sono trovate a dover far fronte a un incremento di domanda di dispositivi e presidi medico chirurgici. Angel Consulting ha risposto costruendo una vera e propria task force, aumentando la propria disponibilità e collaborazione e, allo stesso tempo, riducendo i costi di ingaggio.

Una tale prontezza di reazione è stata possibile proprio grazie alla filosofia che l’azienda ha fatto propria: competenza qualificata e di stampo scientifico; rapporto diretto con un unico interlocutore qualificato; semplicità organizzativa; expertize multidisciplinare e accesso a fonti e a competenze paragonabili a quelle di strutture articolate. Oltre a contare su 12 collaboratori, inoltre, la società di consulenza vanta anche rapporti con i più qualificati centri universitari e privati di ricerca, sviluppo e produzione. Sul sito sono disponibili ulteriori informazioni sull’azienda.

NUOVE PROCEDURE PER I PRESIDI MEDICO-CHIRURGICI
Le leggi semplificano la riconversione

Il settore dei dispositivi medici ha avuto contraccolpo negli ultimi mesi. Come sottolinea Matteo Zanotti Russo, esperto di Angel Consulting, molte aziende hanno avuto la necessità di certificare i propri dispositivi con estrema rapidità, garantendo la massima sicurezza nonostante l’aumento dei volumi produttivi. Il settore cosmetico, nonostante abbia risentito della chiusura di centri estetici e saloni, è riuscito a rifarsi su altri fronti, come ad esempio lo skincare. Molte aziende, fino a poco tempo fa impegnate in altri ambiti, si sono convertite per produrre gel igienizzanti e presidi. Per tale motivo è stato essenziale il lavoro di Angel Consulting, che si è occupata di tutti gli aspetti regolatori. Le società che si sono dedicate alla realizzazione di prodotti igienizzanti/ sanitizzanti per le mani e per le superfici possono avvalersi delle agevolazioni per la riconversione delle imprese.

Questi prodotti, se a norma di legge, possono essere classificati come cosmetici, a patto che l’efficacia antibatterica venga messa in risalto come effetto secondario o, più appropriatamente, che vengano definiti come Presidi medico chirurgici o biocidi. Grazie alle facilitazioni promosse dall’ECHA (European chemical agency) e recepite dalle autorità italiane, sono già disponibili procedure semplificate per la realizzazione di Pmc e Biocidi, secondo diverse modalità e con vantaggi consistenti che vanno modulati e gestiti. Angel Consulting, grazie al proprio team di esperti, propone un’assistenza completa e integrata, sia per casi specifici di registrazione, sia per implementazioni, estensioni o riconversioni, individuando di volta in volta il percorso più conveniente per poter immettere sul mercato i dispositivi cosmetici.

 

Fonte articolo: “la Repubblica”
CLICCA QUI

Cosmoprof 2019 – Video

BREXIT – Understimated by Cosmetic Companies?

Dr. Matteo Zanotti Russo – Angel Consulting

In less than two weeks I attended two very high level conferences:
the CRCC in Brussels and the Cosmetica Italia Information Day in Milan. In both events the effects of Brexit have been investigated, which will take place within a few months. The hopes for last-minute changes are unrealistic, partly because the experts have shown us that there would be no more technical times for a change of course. Brexit is something done, at least for the cosmetics industry, and all the companies have been invited to organize themselves as if Brexit were already operational.

What will happen in practice? And when?
By the end of March 2019 UK will be issued rules that will fully reflect the current European standards. So, at least at first, we can get an idea of the British cosmetic regulatory scenario, then of course, as an independent state, the UK government can decide whether to maintain alignment with the cosmetics legislation in force in the EU or move away from our model for follow the American FDA approach, or make your own independent frame. It is not possible to know now what the developments will be, but common sense suggests that if they are there they will be gradual and in the medium term.

We therefore have the certainty that at the end of March 2019 a virtual wall will rise, and every cosmetic product on the UK market will have a Responsible Person UK on the label, while in Europe every product with Responsible Person present in UK will have to refer to a Responsible Person located in Europe. At the same time, the “non-visible” part, such as the CPNP (and a “UK”) must appear, and above all a Product Information File (PIF) – UK identical to the “EU” model, except for Safety Assessment, to be carried out by a “UK” Safety Assessor.
I am not sure that everyone has understood that the day after the entry into force of Brexit products in the UK will already have to be “UK” and vice versa products from UK on the European market will have to comply with EU rules that exclude the recognition of the UK. I’m not sure everyone has understood that there will not be an adoption time. The products with Responsible Person “UK” on a shelf in EU will be outlawed.

Actions required
Considering the importance of the British market in cosmetic products, I think of the amount of actions necessary to ensure the continuity of marketing and the compliance of products on the UK and EU markets, which from April 2019 will be two separate and distinct markets. By monitoring the flow of information requests and the Brexit keywords for cosmetics, I believe that many companies are underestimating the practical consequences of what will happen, certainly, within 5 months.

What to do?
The first step is certainly a “check up”: it is essential to make a “mapping” of its products on the market, so as to evaluate the flow of products to the UK or from the UK to Europe. For cosmetics manufacturers, it is also necessary to consider that the flows of raw and semifinished materials will also be subject to new customs regulations and different duties. But the secret of success, as in all regulatory aspects, is always: timing. Studying a correct strategy and putting it into practice takes time, and in my opinion who should start worrying only today about the consequences of Brexit would be in serious delay.
The greatest risk is certainly the blocking of the market, but also the possible recourse to extemporaneous solutions involves considerable risks. In this case, the possibility of having to appoint a “last-minute” Responsible Person may occur, perhaps using the local Distributor, a practice that is certainly legal but always strongly discouraged. We must not forget that the Responsible Person is not simply an “address to put on the label”, as some people still believe. The EU Responsible Person, but in the same way the UK Responsible Person, is the “focal point” of the cosmetic product, that is the entity that guarantees compliance with the law, it manages the fundamental points that must be able to control and above all it must be able to demonstrate this control to the authorities. The key terms that must characterize the Responsible Person are “capacity” and “responsibility”. It is important to remember that the companies that today sell in all the countries of the EU from March 29th 2019 to 11.00 must have two entities, and the products present at that moment in the two markets must be both suitable and adequate.

For more information contact us!

Taiwan International Beauty Industry Forum 2018

Taiwan International Beauty Show & Forum 2018 è l’unica fiera di cosmetici professionali B2B di Taiwan focalizzata su prodotti per l’esportazione all’estero. Durante l’evento sono stati presentati cosmetici di ottima qualità e prodotti per la cura della pelle realizzati a Taiwan (MIT) insieme a una varietà diversificata di cosmetici speciali internazionali, rendendo la mostra un incontro spettacolare dell’industria cosmetica nazionale e straniera.

Angel Consulting non poteva mancare a queto evento, dove ha esibito e ha prestato alla platea il suo CEO Dr. Matteo Zanotti Russo in qualità di speaker.

Consulta il Programma della Fiera: CLICCA QUI

 

Nuova sezione dedicata alle news

Da oggi potrete accedere alla sezione “News” del sito www.angelconsulting.it per scoprire le nostre novità e rimanere aggiornati a 360° sulla nostra attività.

L’opinione dei professionisti illumina la via

  MATTEO ZANOTTI RUSSO HA DATO VITA AD ANGEL CONSULTING NEL 2000 L’azienda di consulenza mette a disposizione esperti …